BALLE SPAZIALI FIRMATE NASA

 

di Gianni Lannes

Neil Armstrong sulla Luna nel 1969? Ancora oggi non esiste una prova indipendente dell’allunaggio a stelle e strisce. A parte le incongruenze tecniche, ecco alcuni interrogativi tra i tanti: come mai la NASA non ha mai misurato i livelli di radioattività? Come hanno fatto gli astronauti a tornare indenni, senza neanche un graffio tumorale? 

photo NASA

 Per Nixon piantare la bandiera a stelle e strisce sul satellite della Terra era prima di tutto uno schiaffo ai sovietici e poi una distrazione dal bagno di sangue in Vietnam e l’inflazione che cominciava a silurare l’american dream.

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=spazio

In una parola: propaganda, utile a manipolare la realtà e lobotomizzare le persone. Andiamo al sodo per scardinare le solite menzogne megagalattiche di Washington. Le dirette televisive lunari sono un’invenzione cinematografica. Per quanto il periodo di rotazione della Luna intorno al proprio asse possa essere sincrono con il suo periodo di rivoluzione intorno alla Terra, una diretta televisiva non è tecnicamente possibile. La Terra ruota di 15° all’ora. Anche ammettendo un’ampiezza massima di guadagno del diagramma polare dell’antenna di 10°, entro poche decine di minuti si perderebbe il puntamento. Questo avrebbe comportato che l’invio di immagini verso la Terra non poteva protrarsi che per qualche decina di minuti. La Terra si sposta ed il puntamento doveva essere ripetuto ogni 45 minuti circa. Stesso ragionamento per la robotica da remoto della telecamera, perso il puntamento, nessuna interazione tra Luna e Terra. 

Un altro punto di domanda grande come una grattacielo ha trovato nel 1987 una mole di argomentazione: nel libro di uno scienziato che aveva partecipato in maniera marginale ad Apollo. William Kaysing ha lavorato dal ’57 al ’63 come direttore delle pubblicazioni tecniche per il Rocketdyne Research Department (fornitore delle macchine per il progetto Apollo). Il suo Non siamo mai stati sulla Luna (tradotto in Italia nel ‘97) diventò un caso. Un libro fotografico, più che un saggio, ma che sulle incongruenze delle foto pubblicate dalla Nasa puntava per arrivare alla verità indicibile: l’inganno di proporzioni planetarie. Ecco quelle principali. Nelle foto non appare mai un cielo stellato. Le ombre presenti nelle fotografie divergono: l’unica spiegazione è che sono state usate luci artificiali, poiché il Sole non potrebbe che creare ombre parallele. La bandiera Usa si muove, ma sulla Luna non c’è atmosfera. Il Lem atterra senza alzare nuvole di polvere e i suoi «piedi» risultano essere fin troppo puliti. La NASA stanziò 30 milioni di dollari per tentare di smontare le tesi dei negazionisti, poi rinunciò. Ma ha perso altra credibilità quando, nel 2006, è emerso che avevano smarrito i filmati originali dello sbarco. «I nastri non sono andati persi. Il problema è che non sappiamo dove sono», fu il commento, poco convincente. Per Kaysing era una conferma: «La Nasa non poteva realizzare Apollo. Il paesaggio lunare fu costruito in laboratorio, mentre il falso metraggio fu girato al Norton Air Force Base di San Bernardino. Avevano un set di apparecchiature, ognuna migliore di quelle di tutti gli studi di Hollywood». 

photo NASA

E poi la bomba atomica finale: «La persona incaricata di girare il film fu Stanley Kubrick». Nel 1968 Kubrick sarebbe stato contattato dalla Nasa, colpita da «2001: Odissea nello spazio». Gli presentarono un’offerta che non poteva rifiutare per «dirigere» le prime missioni lunari. Inizialmente declinò l’invito – è la tesi di Kaysing – ma la Nasa minacciò di rendere pubblico il coinvolgimento del fratello Raul con il partito comunista. Così, con un team per gli effetti speciali capeggiato da Douglas Trumbull, «creò» la prima e la seconda missione in un edificio di Huntsville, Alabama.

il set del film

Quante analogie. Ricordate Capricorn One:un film del 1978, diretto da Peter Hiams. Charles Brubaker è il capo dei tre astronauti che prenderanno parte alla prima spedizione su Marte. Pochi secondi prima del lancio degli astronauti vengono fatti uscire dalla navicella, che comunque viene inviata nello spazio. I responsabili della spedizione della Nasa sono a conoscenza che problemi tecnici avrebbero causato la morte degli uomini all’interno della navetta. Per non affrontare le conseguenze negative che sarebbero senz’altro seguite nel dichiarare la verità, spediscono i tre uomini in una base dismessa, da dove, fingendo di essere in viaggio nello spazio, dovranno trasmettere e tenersi in contatto con la NASA. Il giornalista Robert Coffield indagando sulla scomparsa di un tecnico della base spaziale scopre che… I tre astronauti del film, a differenza di quelli della missione Apollo 11, si rifiutano però di partecipare alla farsa e fuggono.

riferimenti:

http://apod.nasa.gov/apod/ap070621.html

http://www.hq.nasa.gov/alsj/a13/images13.html

http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2005/08sep_radioactivemoon/

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/planetary/lunar/surveyor.html

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/planetary/lunar/moon_landing_map.jpg

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/imgcat/html/mission_page/EM_Apollo_11_page1.html

ftp://nssdcftp.gsfc.nasa.gov/miscellaneous/planetary/apollo/as11_40_5868.jpg

ftp://nssdcftp.gsfc.nasa.gov/miscellaneous/planetary/apollo/as11_40_5875.jpg

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/imgcat/html/object_page/a11_h_40_5875.html

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/imgcat/html/object_page/a17_h_146_22294.html

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/imgcat/html/object_page/a17_m_2444.html

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/nmc/masterCatalog.do?sc=1967-112A&ex=2

http://hugequestions.com/Eric/apollo11_press_conference.wmv

http://hugequestions.com/Eric/ApolloMoonHoax.pdf

http://web.archive.org/web/20030425001634/http://www2.acc.af.mil/accnews/jan98/980025.html

http://hugequestions.com/Eric/mp3/Armstrong-BBC-1970.mp3

http://www.nasa.gov/mission_pages/apollo/

https://www.youtube.com/watch?v=PtdcdxvNI1o

https://www.youtube.com/watch?v=zJH3R5JW0eY

https://www.youtube.com/watch?v=NxZMjpMhwNE

https://www.youtube.com/watch?v=C2nqyCtnMzE

https://www.youtube.com/watch?v=Gem10A4yt5w

https://www.youtube.com/watch?v=H8ZzFemBUJQ

http://apod.nasa.gov/apod/ap110927.html

http://spaceflight.nasa.gov/station/crew/exp6/spacechronicles9.html

http://spaceflight.nasa.gov/station/crew/exp7/luletters/lu_letter11.html

http://spaceflight.nasa.gov/gallery/images/station/crew-6/hires/iss006e32103.jpg

http://eol.jsc.nasa.gov/EarthObservatory/AuroraDancingintheNight.htm

http://earthobservatory.nasa.gov/Features/

https://www.youtube.com/watch?v=iuEIsR0aOUo

https://www.youtube.com/watch?v=tuQWKi2Mgds

https://www.youtube.com/watch?v=zerw-rs87WY

http://history.nasa.gov/alsj/main.html

http://www.ilmessaggero.it/home_scienza/scienza/la_nasa_ammette_scomparse_le_immagini_originali_dello_sbarco_sulla_luna/notizie/66107.shtml 

Fonte: SU LA TESTA!

Annunci

E’ UFFICIALE: L’oligarchia finanziaria vuole distruggere la Russia

Fonte: FINANCIAL TIMES

Un alleato di Vladimir Putin ha accusato gli Stati Uniti e l’”oligarchia finanziaria globale” di aver organizzato il rovesciamento violento del potere in Ucraina per “distruggere” la Russia, loro oppositore geopolitico. Vladimir Jakunin, ex-diplomatico e direttore delle Ferrovie Russe, il monopolio delle Ferrovie dello Stato, ha sostenuto che gli Stati Uniti hanno da decenni intenzione di separare l’Ucraina dalla Russia e sottoporla all’occidente. “Assistiamo al grande gioco geopolitico il cui obiettivo è la distruzione della Russia quale avversario geopolitico degli Stati Uniti e dell’oligarchia finanziaria globale“, ha affermato Jakunin in un’intervista. “Un’analisi della CIA… descrive tre possibili scenari per la situazione geopolitica. Lo scenario più accettabile è quello in cui viene creato un certo governo mondiale, e la realizzazione di tale piano è in linea con il concetto di dominio globale adottato dagli Stati Uniti. L’abbiamo visto in Iraq, Afghanistan, Jugoslavia e  Nord Africa. Oggi i limiti di questa dottrina arrivano in Ucraina.”
Le osservazioni di Jakunin offrono un’idea della mentalità dei sostenitori della linea dura vicini a Putin, mentre il Cremlino reagisce al rovesciamento di Viktor Janukovich, il presidente ucraino pro-Mosca. I suoi commenti rivelano che parte della dirigenza della sicurezza di Putin è ancora scottata dal crollo dell’Unione Sovietica, un evento che Putin ha definito la più grande catastrofe geopolitica del 20° secolo, e teme che la recente rivoluzione in Ucraina miri a trascinare la repubblica ex-sovietica nell’UE e nella NATO. Jakunin si era detto speranzoso verso l’appello di Putin del fine settimana per l’approvazione da parte del Consiglio della Federazione, la camera alta del parlamento, del dispiegamento di truppe russe in Ucraina, dando ai capi occidentali “una doccia fredda”. Questo, ha aggiunto, dovrebbe farli indietreggiare dal sostenere i “combattenti” che, secondo lui, avevano scatenato la sparatoria in piazza Maidan a Kiev, causando decine di morti e che accusa di essere responsabili dell’estromissione di Viktor Janukovich. L’occidente deve ora contribuire a garantire elezioni democratiche in Ucraina per creare “legittimi organi di potere senza la presenza di uomini armati e di fascisti“. Tuttavia, ha aggiunto che il 25 maggio, data fissata per le elezioni presidenziali, è troppo vicino per garantire un vero processo democratico. “Il sangue sull’asfalto non è ancora nemmeno asciutto,” ha detto. “Sarebbe bello se questa doccia fredda che Putin ha fatto ai capi occidentali, intendo i politici statunitensi, avesse effetto e faccia capire che non è decente sporcare con gli stivali la casa di qualcun altro“.


Jakunin ha detto che l’occidente ha sempre rinnegato le rassicurazioni verso Mosca, del 1991, di non aver alcuna intenzione di circondarla ampliando la NATO ai Paesi confinanti con la Russia. Dal crollo dell’Unione Sovietica, i tre Stati baltici hanno aderito all’alleanza così come i Paesi dell’Europa orientale, tra cui Polonia, Bulgaria, Ungheria e Romania, la maggior parte dei quali facevano parte una volta del Patto di Varsavia. “Se si guarda oggettivamente, (l’ex-cancelliere tedesco Helmut) Kohl giurò al (leader sovietico Mikhail) Gorbaciov che l’uscita delle truppe sovietiche dalla Germania non comportava l’avvicinarsi della NATO ai confini della Russia. Ma in realtà tutto ciò che è accaduto è stato l’esatto contrario. “Oggi ho sentito che la NATO intende  raddoppiare il contingente di caccia che pattuglia il territorio degli Stati baltici. Mi sembra abbastanza comico (ma) difatti è patetico e disgustoso”. Washington ancora combatte battaglie da guerra fredda volte a frantumare e castrare la Russia. “Zbigniew Brzezinski (l’ex consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti) ha scritto nel 1996 che con l’Ucraina la Russia è una grande potenza e senza di essa non lo è, e non è una nuova idea (negli Stati Uniti). Più di 40 anni fa, quando gli Stati Uniti idearono piani per la distruzione dell’Unione Sovietica, documenti della CIA  dicevano che ciò doveva essere accompagnato dalla separazione dell’Ucraina dalla Russia. Da qualche parte sugli scaffali dei capi della CIA vi sono dossier con questi progetti, che attivano ogni tre anni.
Definendo qualsiasi minaccia di sanzioni “secondaria”, ha detto che la decisione di Putin di chiedere l’approvazione parlamentare del dispiegamento di truppe russe in Ucraina è “assolutamente corretta”. “Da un lato ha creato un equilibrio mostrando al mondo che la Russia non lascia i popoli in difficoltà preda di ladri folli e (in stato di) anarchia, quando praticamente non esistono autorità. D’altra parte, conta assolutamente su ciò quale serio fattore di contenimento di simili idioti. Qui parliamo di persone che hanno avuto una civiltà da quando i popoli scrivono libri di storia”, ha detto riferendosi ai legami tra Rus’ di Kiev, apparsa oltre 1000 anni fa, e lo Stato russo moderno. “La Russia non poteva non reagire. Il presidente non poteva non reagire. I suoi non glielo avrebbero perdonato, per non parlare dell’Ucraina“.

Fonte:  Sons of Malcolm
Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Tratto da: informarexresistere.fr

Ripreso da: Informati, Italia