One Drop – PiL

Annunci

Questa non è la fine

La la la la la
This is not the end
La la la l al la
This is not the end

Questa non è la fine, riecheggia spesso nella mia mente. Perché se dico il contrario, è come arrendersi. E per superare questo periodo buio e invalicabile, ascolto questa canzone, che ha due versioni, entrambe meravigliose:

Ogni cosa che impari oggi è un calcio nel culo in meno domani!

Confessioni non andava. Meglio un diario.

Scrivo. Adoro scrivere. Scrivo ogni giorno qualcosa. Pezzi di parole dislocate tra carta e nella rete ne ho scritte tante. Ma da un po’ di tempo ho un blocco, sì quello lì, e non riesco ad uscirne. Ho pensato di far passare del tempo, sperando che l’ispirazione torni a bussare alla mia porta, ma fin’ora non ha ancora bussato. Ok, basta cose personali. Torniamo all’attualità, a quello che le mie orecchie hanno captato in queste ultime settimane:

  1. Google non ha rispettato il trattato EU in fatto di privacy. Non sappiamo ancora se siamo spiati –forse non vi piace sentirvi dire che lo siete, perciò l’ho scritto così- o meno e se Google ricaverà miliardi vendendo i nostri dati al miglior offerente.
  2. L’8 di Marzo del 2012 sarà ricordata come violenta, senza rispetto. Che ipocrisia dare rispetto alla donna un giorno all’anno e poi continuare a trattarla male il resto dell’anno!
  3. Ok, l’EU ce l’ha messa nel culo approvando il MES. Se non sapete cos’è cliccate qui, per chiarimenti qua.
  4. La TAV non è più una questione per i valsusini, ma di tutti noi, NAZIONALE. Aprite gli occhi -levando perciò prosciutti, olive, ignoranza e altre cibarie- leggendo due interessanti -anzi, sono d’obbligo- articoli di InformareXresistereI conflitti di interessi giganteschi del Governo sulla TAV e TAV, il governo Monti cerca di comprare i valsusini a 350€ l’uno.
  5. Notizia dell’ultim’ora (è del 4, ma chi se ne frega). Fava ci riprova con il ddl ammazza-internet. Ma si crede furbo o spera nel fattore culo?

Per oggi è tutto!

P.S. Vi prego leggete, informatevi! Ogni cosa che imparate oggi è un calcio nel culo in meno domani!

Il mondo, che bugiardo

Il mondo che gira intorno a me è un gran bugiardo. Dalle TV, dai tiggì gridano che va tutto bene. Ma basta dare un’occhiata all’altra finestra del mondo, il web, per capire che è una gran balla.

I personaggi di spicco, politici et similia pensano solo a far i loro porci comodi vivendo sugli allori, mentre noi, con sangue e sudore, cerchiamo di sbarcare il lunario. E la maggior parte gente che fa? Sé ne sta a a fissare la #raimerda, facendosi friggere il cervello dai tiggì bugiardi, dai reality pensati apposta per loro, insomma, si lasciano  insozzare la mente dal solito lavaggio del cervello formato schermo piatto.

Perfino sul web tentano di schiavizzarci, emettendo il solito FAVA, SOPA, PIPA e ACTA, trito e ritrito che non sé ne po’ più. E il colosso dei Social Network, facebook? Vende i nostri dati al miglior offerente, che sia il governo, la CIA e chicchessia.

Ma mi credete scema? No, questo non me lo lascio fare. Però da sola cosa posso fare contro questo mondo bugiardo? Gente, svegliatevi.