Proposta choc della Bundesbank per un prelievo forzoso sui conti correnti nei Paesi Pigs

Nel suo bollettino mensile, la Banca centrale tedesca ha ripreso la proposta, già formulata ad ottobre dal Fondo Monetario Internazionale, di istituire una tassa, per i paesi europei più colpiti dalla crisi – i cosiddetti Piigs- tramite un prelievo una tantum e solo nel caso di default di un paese. Secondo la Bundesbank, tassare i capitali sarebbe in linea con il principio della responsabilità nazionale, in base al quale i contribuenti devono farsi carico dei debiti del proprio paese prima che venga richiesta la solidarietà internazionale ai partner europei.

Questo propone la Bundesbank guidata da Jens Weidmann per i Paesi europei a rischio fallimento (la banca centrale tedesca non fa l’elenco dei Paesi a rischio, ma è facile immaginare che tra questi metta volentieri l’ Italia insieme agli altri Pigs:  Portogallo, Grecia e Spagna). Secondo la banca: “nel caso eccezionale dell’incombente bancarotta di un Paese, un prelievo una tantum sui capitali dovrebbe avere più successo di altre opzioni” –e ancora- “una tassa sui capitali corrisponderebbe al principio della responsabilità nazionale, in base al quale i contribuenti sono responsabili delle obbligazioni del proprio Paese prima che venga richiesta la solidarietà internazionale”.  Il coinvolgimento dei contribuenti con un prelievo straordinario sui capitali privati, sottolinea l’istituto, è quindi “preferibile ai salvataggi”, anche se questo tipo di misura “non è priva di rischi e dovrebbe essere adottata solo in ultima istanza”.Simili argomentazioni sembrano andare incontro  a quel sentire comune assai diffuso in Germania secondo cui  i contribuenti tedeschi non devono essere costretti a pagare per i fallimenti degli altri paesi dell’ Eurozona. La proposta choc della Bundesbank arriva in un momento particolarmente delicato per i mercati finanziari, con la tempesta argentina e i possibili riflessi delle politiche della Federal Reserve statunitense sui cosiddetti Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) che travolgono le borse del Vecchio Continente.

Fonte: http://www.signoraggio.it/proposta-choc-della-bundesbank-per-un-prelievo-forzoso-sui-conti-correnti-nei-paesi-pigs/

Annunci

Il governo ucraino rifiuta di svendere la propria nazione agli eurocrati bilderberghini, rifiuta di perdere la propria sovranità e doversi sottomettere ai trattati capestro, e per questo è sotto attacco; USA e UE finanziano le opposizioni, partiti, movimenti e associazioni che si sono schierate a favore dell’adesione all’UE;

La maggioranza dei cittadini vogliono entrare in Europa, nonostante ormai sia risaputo cosa li aspetta quando pianteranno la bandiera blu stellata, SOLO PER BENEFICIARE DEL TRATTATO DI SHENGHEN (libera circolazione di cittadini su tutto il territorio europeo) cioè poter immigrare senza problemi: se poi la loro nazione finisce nel baratro, evidentemente, non gliene frega niente, il miraggio di “cercare fortuna all’estero” è troppo forte.

Quando noi siamo entrati nell’Euro festeggiando, ubriacati dalla propaganda di tutti i principali partiti, non potevamo sapere quali sarebbero stati gli effetti: non c’erano “esempi”, anche se qualche economista censurato dai mass media ci aveva avvertito, mentre tra i politici italiani rilevanti l’unico a dire la verità fu Bettino Craxi: http://youtu.be/QMDpws6aEmo

Ma oggi quali sono gli effetti deleteri della moneta unica e dell’Europa delle lobby gestita dai banchieri privati della BCE, è sotto gli occhi di tutti; ma evidentemente non basta la Grecia ridotta alla fame, con Italia, Spagna, e Portogallo che seguono a ruota, paesi un tempo benestanti che oggi arrancano, per starne lontani. E anche per paesi ‘periferici’ come Cipro e Slovenia l’euro non è stato certo un toccasana… non lo è stato per nessuno, ad esclusione della Germania.

Dal 1° Gennaio anche la Lettonia è passata all’Euro, e in questi 20 giorni i prezzi delle merci sono aumentati vertiginosamente, di almeno il 10% (vedi: http://informatitalia.blogspot.com/2014/01/lettonia-due-settimane-di-euro-ed-i.html) la strada intrapresa dalla ex repubblica sovietica è quella che conosciamo molto bene, noi italiani…

Se il governo ucraino si fosse genuflesso ai diktat american-europei, oggi il governo non sarebbe sotto accusa, non ci sarebbero state manifestazioni…

Un governo che vuole il bene del proprio popolo e della propria nazione dovrebbe aderire a questa UE? Dovrebbe aderire, dinnanzi a una situazione come quella attuale, alla luce dell’operato di questa UE dove il parlamento non ha nessun potere, mentre Commissione e Consiglio decidono e impongono leggi a 500 milioni di europei su nomina diretta del gruppo Bilderberg? Un governo non dico “serio”, ma che fa un minimo gli interessi del proprio popolo e della propria terra cosa deve pensare di trattati capestro come il Fiscal Compact e il MES?

Certo il governo Ucraino non è un’esempio di democrazia, ma se avesse sposato quest’Europa con toni entusiastici, sarebbe stato decisamente peggiore. Solo una casta di politici genuflessi e magari corrotti, può accettare e promuovere un’Unione Europea come questa…

APPROFONDIMENTI:
Vedi: “Editore Britannico: Gli Stati Uniti e la UE sono dietro le manifestazioni in Ucraina” – http://www.nocensura.com/2014/01/editore-britannico-gli-stati-uniti-e-la.html

Fonte: https://www.facebook.com/alessandro.raffa/posts/10200937933845693

SPARITO L’ORO ITALIANO: LA RISERVA AURIFERA DELLA NOSTRA PATRIA NON E’ PIU’ IN ITALIA?

Giorgio Napolitano & Henry Kissinger

di Gianni Lannes

Apriamo il dibattito pubblico, allarghiamo il respiro collettivo. Questa volta parliamo di cose serie, non più di signoraggio e strozzinaggio delle banche, della Bce, del Fondo monetario internazionale. Per carità, quisquilie! D’accordo? Però, certi esperti, certi economisti, certi tuttologi fanno pena quando deviano l’attenzione collettiva delle minoranze attive del Belpaese (tipo Mosler) e manipolano il discorso verso temi fuorvianti ed insignificanti!

Dopo la fregatura europea dell’euro c’è di peggio. Dove sono effettivamente le 2451,1 tonnellate di oro italiano? In via Nazionale a Roma, oppure in Gran Bretagna, Svizzera, Germania e Stati Uniti d’America? Chi ha controllato? In che percentuale le nostre riserve sono conservate all’estero? Esiste un registro? I lingotti sono segnati da numeri seriali?

Henry Kissinger & David Rockefeller

Parliamo chiaro, come sempre. Altro che privatizzazione della banca d’Italia, già di fatto acquisita e controllata da banche private ormai da anni. Il nodo cruciale è un altro.
Gli Stati Uniti d’America hanno sottratto all’Italia l’oro, ossia la nostra riserva aurifera. L’interrogazione parlamentare numero 4/14567 a risposta scritta, presentata da Fabio Rampello e Marco Marsilio il 19 gennaio 2012 al governo Monti non ha mai avuto una risposta. Perché? E per quale motivo, poiché non esiste una ragione giuridica, la banca d’Italia, attualmente non ha neppure la disponibilità della quantità residuale di oro custodita a Palazzo Koch, controllata invece dalla Bce?
Esatto, le domande senza prezzo al primo ministro pro tempore Enrico Letta (affiliato alle organizzazioni terroristiche Bilderberg e Trilateral insieme a Mario Monti e tanti altri politicanti tricolori) sono le seguenti: il tesoro italiano è stato trafugato, pardon, trasferito all’estero? Perché l’oro d’Italia non ha più fatto ritorno in patria? A quale titolo gli Stati Uniti d’America (FED)  se ne sono appropriati? Chi lo ha ceduto?
Mi auguro di essere in errore: ma allora il governo Letta faccia vedere in diretta al popolo sovrano usando le telecamere della Rai (servizio una volta tanto pubblico) il tesoro tricolore, alla presenza di giornalisti realmente indipendenti.
Cos’altro ha celato nel 1992 l’operazione Britannia, a parte la svendita del patrimonio tricolore e il coinvolgimento dei boiardi italiodioti che hanno fatto fulminea carriera, oltre all’eliminazione degli insostituibili magistrati (scogli insormontabili se non con l’uccisione) Falcone e Borsellino?
Allora, mister Giorgio Napolitano, adesso come la mettiamo? Le riserve auree appartengono al popolo italiano ma non alla banca d’Italia né tantomeno alla Bce e alla Fed.
All’Italia occorre un Governo libero e indipendente designato da un vero mandato popolare, non un governicchio allestito con un golpe; soprattutto ci vorrebbero autentici governanti non figuranti dell’ultim’ora.

 

 

 

 

Il grande inganno dell’evasione fiscale; ecco cosa dovete sapere (e divulgare)

A cura di Alessandro Raffa per Nocensura.com

LA FACCIA TOSTA DI QUESTO PERSONAGGIO E’ ALLUCINANTE!!! MA IL PROBLEMA VERO, è CHE MOLTI GLI CREDONO PURE…
La realtà è che in un momento come questo ci sono commercianti e piccoli imprenditori che sopravvivono solo grazie all’evasione fiscale, e che se non eludessero al fisco qualche centinaia di euro, sarebbero costretti a CHIUDERE, ingrassando le fila dei disoccupati e SMETTENDO TOTALMENTE DI VERSARE CONTRIBUTI ALLO STATO;

Inoltre consideriamo che se una persona evade 100€ e li impiega, per esempio, mettendo 50€ di benzina e 50€ di spesa, una parte di questi soldi rientra comunque nelle casse dello stato al passaggio successivo, con le accise benzina e l’IVA sugli acquisti… COSA CHE NON AVVIENE PER LA GRANDE EVASIONE, LA “FUGA” DEI CAPITALI VERSO I PARADISI FISCALI, dai 98 MILIARDI EVASI DALLE LOBBY DELLE SLOT AI 2 MILIARDI ELUSI E SCOPERTI IN QUESTI GIORNI DALLA “PALAZZINARA” CHE PER OLTRE 10 ANNI HA “NASCOSTO” 1243 IMMOBILI AL FISCO;

SIAMO IN TREPIDANTE ATTESA DI SAPERE QUANTO DOVRA’ PAGARE QUESTA SIGNORA PER REGOLARIZZARE LA SUA POSIZIONE; purtroppo in casi come questo, solitamente anziché fargli pagare TUTTO + penali/interessi/multe molto spesso l’evasore se la cava con MENO DI QUANTO AVREBBE DOVUTO PAGARE…

Ricordiamo – UN ESEMPIO TRA TANTI – la storia di Valentino Rossi; inizialmente gli furono richiesti 112 milioni di euro (vedi: http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/sport/valentino-evasione/valentino-denunciato/valentino-denunciato.html) DOPO L’ACCORDO, NE HA DOVUTI PAGARE SOLO 20 (vedi: http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/sport/valentino-evasione/fisco-rossi/fisco-rossi.html)

IN PRATICA AI RICCHI CONVIENE EVADERE E ASPETTARE CHE IL FISCO VADA A BUSSARGLI, PER ACCORDARSI IN SEGUITO!!!!!

LO STATO IN QUESTO MODO NON SOLO ‘AGEVOLA’ MA PERSINO ‘INCENTIVA’ LA GRANDE ELUSIONE FISCALE!!!

Ai politici piace prendere spunto dagli USA per molti aspetti, ma per quanto concerne l’evasione fiscale no, visto che in America chi non paga le tasse per grandi cifre e viene scoperto oltre a rischiare il carcere, pagherà MOLTO PIU’ del dovuto; per esempio il campione di boxe Mike Tyson ne sa qualcosa…

MA IN ITALIA PREFERISCONO METTERE IN SCENA “COLPI DI TEATRO” COME I CONTROLLI A TAPPETO (per 1 giorno…) FATTI A CORTINA D’AMPEZZO E ALTRE SCENEGGIATE SIMILI.

QUANTO VALE LA ”GRANDE EVASIONE” ?

SOLO i 98 miliardi delle slot machine valgono quanto le ultime 4 manovre finanziarie; sarebbero stati una grande boccata d’ossigeno per le casse dell’erario, una cifra che vale ben 1.637,50€ per ogni cittadino, bambini e anziani compresi [(98.250.000.000 diviso 60.000.000 di abitanti) se invece dividiamo la somma per il numero dei contribuenti – 38 milioni – la cifra si attesta a 2585,52€ ciascuno]

In una situazione in cui lo Stato è in difficoltà persino per trovare 400 milioni di euro per finanziare la cassa integrazione, REGALARE quella cifra a chi ha EVASO IL FISCO è PURA FOLLIA!!!!! (inoltre non è l’unico regalo fatto alle lobby, anche se è il più sostanzioso: http://www.nocensura.com/2012/06/ecco-tutti-i-regali-alle-lobby-delle.html)

IL TESORETTO DEI GRANDI EVASORI IN SVIZZERA MAI RECUPERATO:

Nel 2011 diverse nazioni europee tra cui Germania, GB e Austria, hanno siglato accordi con la Svizzera per fare un “prelievo forzoso” sui conti correnti occulti in Svizzera dei loro cittadini; il nostro paese avrebbe potuto recuperare un “tesoretto” – anzi, un vero e proprio TESORO – di CIRCA 50 MILIARDI DI EURO (vedi: http://www.nocensura.com/2012/05/monti-potrebbe-facilmente-incassare-50.html) ma IL GOVERNO MONTI, che era a caccia di soldi, RINUNCIO’ IGNOBILMENTE A QUESTA POSSIBILITA’, che è stata più volte annunciata (cosa che ha portato molti correntisti a trasferire immediatamente i propri soldi in altri paradisi fiscali più “sicuri”…) e poi NON NE HANNO FATTO DI NIENTE, anche se nel giro di pochi mesi la somma che era possibile recuperare è vertiginosamente diminuita; una misura di questo tipo doveva essere fatta IMMEDIATAMENTE, insieme alle altre nazioni che hanno fatto questa scelta, rendendo la manovra nota solo a cose fatte. CON QUEI 50 MILIARDI IL GOVERNO MONTI AVREBBE POTUTO TROVARE BUONA PARTE DEI FINANZIAMENTI CHE HA RASTRELLATO CON MISURE LACRIME E SANGUE, IMPOVERENDO MILIONI DI ITALIANI, FACENDO CHIUDERE L’ATTIVITA’ O COMUNQUE PERDERE IL LAVORO A CENTINAIA DI MIGLIAIA DI ITALIANI, MANDANDONE IN FALLIMENTO DECINE DI MIGLIAIA, FACENDONE SUICIDARE SVARIATE CENTINAIA.

Politici & media nel frattempo predicavano la necessarietà delle misure lacrime e sangue, “dobbiamo (dovete) fare sacrifici, non ci sono altre possibilità” dicevano. E qualcuno gli credeva pure, tanto che il massone bilderberghino-trilateralista ha preso persino il 10% dei voti! Assurdo e allucinante, se conoscete qualcuno che difendeva l’operato del governo Monti, fategli leggere questo articolo, ma sicuramente qualcuno troverà il modo per giustificare anche questo!

POTREI CONTINUARE CON L’ELENCO DEI MAXI-SPRECHI INDEGNI E DEI REGALI ALLE LOBBY AMICHE PER ORE, senza considerare gli 80-90 MILIARDI annui che paghiamo di INTERESSI SUL DEBITO PUBBLICO frutto di una politica monetaria TRUFFALDINA gestita dai banchieri privati; la BCE crea il denaro dal NULLA e lo presta alle banche private ad un tasso che attualmente è dello 0.25% (in passato è stato dello 0.75% e 0.50%) e queste lo prestano alle nazioni (ovvero investono sui titoli di stato) PRETENDENDO UN TASSO DI INTERESSE DEL 4-5 PERSINO DEL 6% NEL PERIODO IN CUI LO SPREAD ERA SULLA SOGLIA DEI 500 PUNTI; QUESTA è LA VERA, UNICA CAUSA DELLA CRISI, O QUANTOMENO LA MAGGIORE: NEGLI ULTIMI 30 ANNI ABBIAMO PAGATO BEN 3.100 MILIARDI A CAUSA DI QUESTO “GIOCHINO” (vedi: http://www.nocensura.com/2013/07/litalia-in-20-anni-ha-pagato-3100.html) UNA CIFRA SUFFICIENTE NON SOLO AD ESTINGUERE IL DEBITO PUBBLICO TRUFFA, MA AVANZEREBBERO ANCHE PIU’ DI 1.000 MILIARDI DI EURO, oltre al fatto che gli 80/90 miliardi di euro annui che versiamo di interessi, sarebbero sufficienti per innalzare le pensioni minime – magari integrando le entrate con una sforbiciata alle mega-maxi pensioni, che arrivano fino a oltre 90.000€ mensili – e finanziare il “reddito di cittadinanza” per sostenere chi perde o non trova un posto di lavoro.

CHI ATTRIBUISCE ALLA PICCOLA EVASIONE FISCALE I PROBLEMI DEL PAESE è UN BUGIARDO, MENTE SAPENDO DI MENTIRE (questo vale per i politici, che al di là dei proclami sanno bene come stanno le cose; tra i cittadini invece c’è una parte di ignoranti che gli crede, e questi è nostro dovere aiutarli a comprendere come stanno davvero le cose.

LA VERA EVASIONE, quella DELETERIA E DANNOSA è QUELLA DELLE GRANDI LOBBIES, CHE SOTTRAGGONO AL FISCO GRANDI CAPITALI E LI OCCULTANO NEI PARADISI FISCALI SOTTRAENDOLI ALL’ECONOMIA DEL PAESE.

E’ importante cercare di “svegliare” coloro che ancora oggi credono a queste fandonie; divulgate al massimo questo articolo, pubblicatelo nelle vostre pagine/gruppi/blog e nei vostri profili, invitando alla lettura i vostri amici. Se avete la possibilità, stampatelo e distruibuitelo ai vostri amici, nelle sale d’attesa, nei bar, nei vostri negozi.

CERCHIAMO DI CONTRASTARE LA DISINFORMAZIONE DEL SISTEMA, SEMPRE PIU’ DITTATORIALE E SENZA SCRUPOLI… loro hanno MILIARDI, hanno decine di migliaia di giornalisti al loro servizio, hanno il monopolio televisivo, se non ci rimbocchiamo le maniche noi cittadini, le cose non cambieranno MAI; nonostante da questo punto di vista negli ultimi anni ci siano stati dei miglioramenti, c’è ancora molto da fare, e una fetta consistente di popolazione, in primis gli anziani, non si informa sul web, unica fonte di VERA INFORMAZIONE, nonostante anche qui le principali fonti di informazione siano gestite dai “signori del tubo catodico” e della carta stampata…

Alessandro Raffa per Nocensura.com

Fonte: http://www.nocensura.com/2014/01/il-grande-inganno-dellevasione-fiscale.html 

Ripreso da: http://informatitalia.blogspot.it/2014/01/il-grande-inganno-dellevasione-fiscale.html

National Geographic: Fukushima sta trasformando il Pacifico in un immenso cimitero

Purtroppo si tratta di una delle notizie più sconvolgenti di cui abbiamo mai scritto su questo blog: il 98% dei fondali della California è cosparso di creature marine morte.
I media non lo hanno ancora diffuso, ma quanto sta accadendo nell’oceano californiano è sconvolgente.
La notizia è stata lanciata da National Geographic: fino a Marzo 2012 solo l’1% dei fondali del suddetto oceano era composto da creature defunte. Da Luglio di quest’anno si parla invece del 98%. E’ come se l’intera area si fosse trasformata in una sorta di cimitero marino, brulicante di cadaveri in decomposizione.
Lo studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of National Academy of Sciences, non ha ancora dimostrato alcuna correlazione con Fukushima, ma non è difficile immaginare uno stretto legame tra i due avvenimenti, anche perchè negli ultimi 24 anni non si era mai verificato nulla del genere.
La zona analizzata è la stazione M, che si trova a 145 miglia al largo tra le città californiane di Santa Barbara e Monterey.
Sembra che i governi e i media vogliano che noi tutti dimentichiamo Fukushima ed il catastrofico danno ambientale che ha procurato al nostro pianeta. Ma non potranno coprire la verità per sempre: la vita umana è strettamente legata alla salute degli oceani ed in particolar modo all’ossigeno che la vita marina crea e rilascia nella nostra atmosfera.

A San Francisco, 1000 persone hanno allineato i loro corpi per scrivere sulla spiaggia “FUKUSHIMA IS HERE” ed essere fotografati dal cielo:

In Italia è normale…

… morire nelle carceri in circostanze misteriose, tipo:
arresto cardiaco (secondo l’infermiera del carcere), quando dall’autopsia risultano danni peggiori tipo otto costole rotte, la scatola cranica fracassata, due denti spezzati, due buchi in testa, mandibola, sterno e polso fratturati.
Ha più valore legale la parola di un’infermiera che quella stillata di un medico legale.
Complimenti, Italia.

Sto parlando del caso di Marcello Lonzi:

Ad esempio la morte di Marcello, un ragazzo in piena salute, ma morto all’interno del carcere di Livorno dopo un arresto cardiaco… “così porta il rapporto stillato dall’infermeria situata all’interno del Carcere”.

La perizia medico legale dichiara quanto segue: “Marcello presenta otto costole rotte, la scatola cranica fracassata, due denti spezzati, due buchi in testa, mandibola, sterno e polso fratturati.

l’infermeria del Carcere non ha dubbi: “Marcello Lonzi non è stato pestato, ma è morto per un normalissimo infarto“.

Beh… come non dare ragione al personale dell’infermeria… sono centinaia le persone che giornalmente vengono colpite da un infarto. Ma nessuno degli infartuati presenta ecchimosi in tutto il corpo, scatola cranica fracassata, 8 costole rotte, denti spezzati ed ematomi in tutto il corpo.

Direi tipica morte da infartuato.

Anche un ragazzo di nome Stefano cucchi, arrestato per qualche grammo di cocaina é deceduto per all’interno del Carcere Regina Coeli, per “malnutrizione”… così recita un generico e distaccato bollettino medico legale.

Beh… come non dare ragione al medico legale, sono centinaia in Italia le persone che giornalmente per malnutrizione. Infatti tutti quelli colpiti da un arresto cardiaco si presentano con LESIONI ed ECCHIMOSI alle gambe, al viso e al torace… oltre che con un occhio letteralmente fracassato.

Direi tipica morte di un cardiopatico.

Anche un ragazzo di nome Federico Aldrovaldi, il quale  é deceduto per “insufficienza funzionale cardio- respiratoria” , recita un generico e distaccato bollettino medico legale.

Beh… come non dare ragione al medico legale, sono centinaia in Italia le persone che giornalmente vengono colpite da insufficienza funzionale cardio- respiratoria. Infatti tutti quelli colpiti da insufficienza funzionale cardio- respiratoria si presentano con la testa fracassata, costole rotte e torace completamente distrutto.

Direi tipica morte da insufficienza funzionale cardio- respiratoria.

La domanda nasce spontanea: ma credete che la gente non abbia l’intelligenza di capire o comprendere come siano realmente andate le cose?

Cari signori, é inutile che ci prendiamo per il culo… in questo Paese la tortura é sempre esistita e continua ad essere presente nelle caserme, questure, carceri o meglio lager di Stato.

Mi rivolgo ai parenti di questi martiri: i vostri figli non sono morti per cause naturali… Bensì sono stati torturati, pestati, massacrati, umiliati e uccisi da un branco di BESTIE FRUSTRATE, le quali non aspettano altro che scaricare la propria repressione e insoddisfazione sul corpo dei vostri figli.

Nel nostro Paese non esiste il reato di tortura, anzi, si pratica e basta… Ci manca il ritorno allo schiavismo e buon Medioevo a tutti.

Andrea Mavilla.

– See more at: http://www.andreamavilla.com/2013/12/31/costole-rotte-testa-fracassata-denti-rotti-per-linfermeria-del-carcere-luomo-e-morto-dinfarto-2/#sthash.qmqTRu4t.dpuf

Ha più valore legale la parola di un’infermiera che quella stillata di un medico legale.
Complimenti, Italia.