Nothing Really Matters

Annunci

Lasciatemi in pace

«Non ti sopporta».

Certo, che parola semplice. E’ tutto il contrario. Ti odia a prima vista, ti ammazza se ti vede. Come si fa a dire queste cose? Io non ci riesco. In mezzo a due ingranaggi enormi, mi sento schiacciata. Questa verità non tocca a me dirla, affrontarla, non è responsabilità mia. Ma inevitabilmente sono messa in mezzo alla situazione, per una delle due parti non vuole affrontare la questione con l’altra. E quest’ultima pretende una risposta da me, che io non so dargli, perché non spetta a me ed è troppo doloroso da affrontare.

Vorrei sparire per una settimana, chissà dove, lontana da tutto questo macello.

Perché tutto questo non me lo merito. Io che ho sempre avuto a cuore queste due persone. Vederle scannarsi fra loro mi ammazzerebbe.

Se Facebook mi ruba la “faccia”

Dal sito Face.com viene segnalato che “Siamo stati acquisiti da Facebook”. Bene, direte voi. No, dico io.

Non voglio che la mia faccia venga riconosciuta da un riconoscimento facciale automatico! Dove va la nostra privacy? Dritta nel cesso! Già prima avevo disattivato i tag dal mio profilo, ma se questa cosa va avanti, nessuno potrà evitare di avere i proprio tag su qualsiasi foto caricata su Facebook.

In futuro quest’applicazione potrà venir usata per riconoscerci ovunque. Verremo catalogati come si fa con le foto segnaletiche… chi vi dice che Facebook terrà i nostri dati al sicuro, invece di venderli al miglior offerente? Il tagging con il riconoscimento facciale può esser divertente per tanti, ma è un’arma a doppio tagli per altri, che rischiano la loro libertà combattendo per i nostri diritti.