Le ultime inculate della settimana

Ed eccoci di nuovo qui, per dare un’occhiata alla continua merda che il Governo et similia ci butta addosso:

  1. Ovviamente i nostri cari politici/parassiti non vogliono perdere la supremazia sul rimborso elettorale, la Camera non molla l’osso, “salvando” i partiti.
  2. Un’altra sberla da parte del governo Monti, con un decreto ha chiuso con i risarcimenti ai cittadini colpiti dalle calamità naturali. Oltre il danno la beffa.
  3. Abbiamo un sindaco che gira con una pistola in mezzo alla strada a Taranto.
  4. Cito questo articolo molto interessante che parla della situazione economica sofferta dall’Islanda, praticamente era messa come l’Italia lo è ora ed è riuscita a rimettersi in piedi senza un governo tecnico – un governo tecnico non è mai l’unica soluzione!
  5. Secondo la CEI, i vescovi non sono obbligati a denunciare i preti pedofili. Ho mai detto che odio tutto quello che ha a che fare con la chiesa?

Per ora è tutto, gente. Mi raccomando di indignarvi il più possibile e di aprire gli occhi. Ci stanno inculando alla grande!

aggiornamento dell’ultim’ora: da ieri ha cominciato a circolare questa foto su Facebook. Io spero vivamente che non sia vero, ma è altamente probabile che dal 1 Giugno, noi povere pecore, non potremo più ritirare contante dai nostri conti correnti (banca, poste italiane, c/c online). Una situazione analoga è successa sia in Grecia che in Spagna.

aggiornamento 27/05/12: ho cercato in rete se l’immagine di sopra, avesse qualche fonte e non ne ho trovate. C’è chi dice che sia una bufala e chi non ci crede. Niente blocco bancomat per il mese prossimo.

Annunci

Non so più a cosa/chi credere

Leggo molto. Anzi, parecchio. Cerco sempre di aggiornarmi su tutte le questioni più importanti del momento, come la cronaca, l’economia, notizie dell’euro-zona e le cose che la maggior parte dei media più importanti nascondono. E oggi sono incappata in un blog che smerda un quotidiano e un blog che seguo spesso. Bé, che c’è qualcosa di marcio in questi, non lo credevo possibile. Come dire… avete presente quando vi crolla un mito? Mi è successo questo stamani. Ma non è cosa negativa, anzi, è alquanto positiva. Perché c’è gente che si sforza di far notare quel marcio che la maggior parte della gente non vede e lo fa gratis, senza guadagnarci un quattrino.

Io sono per la verità a tutti i costi, non importa se buona o cattiva. Le cose importanti non vanno censurate, né nascoste a tutti costi.